LERICI

lerici5

Il territorio di Lerici è situato nella Riviera di Levante, sulla sponda orientale del golfo della Spezia. Sorge al centro di una piccola insenatura naturale, denominata Seno di Lerici e dominata da un promontorio su cui spicca l’imponente castello, oggi sede museale. Lerici mostra ancora oggi la sua originaria struttura medievale, con le caratteristiche abitazioni allineati lungo gli stretti carruggi. All’interno del borgo sono interessanti il quartiere ebraico del ghetto, il castello, eretto dai Pisani nel XIII secolo e ampliato dai Genovesi, con all’interno la cappella duecentesca dedicata a Santa Anastasia e il museo geo-paleontologico e le piazze del Poggio e di San Giorgio. A piedi del castello si trova la rilassante passeggiata sul lungomare Vassallo. Nel borgo si trovano inoltre la torre di San Rocco, di epoca romana, trasformata in campanile nel XVI secolo, la chiesa parrocchiale di San Francesco d’Assisi, l’oratorio di San Bernardino e poco lontano palazzo Doria, antico ospedale medievale dedicato ai Santi Pietro e Paolo.
Lerici però non è solamente il suo borgo. Nel suo territorio, spiccano altre località, come San Terenzo, con il castello, Villa Magni, abitata da Percy Bysshe Shelley e Mary Shelley e Villa Marigola, da dove si gode un meraviglioso panorama della spiaggia della Venere Azzurra. A Tellaro invece, tipico borgo marinaro, dove ancora oggi si incontrano le barche nella piazzetta sul mare, si trova l ‘antica chiesa di San Giorgio e l’oratorio di Santa Maria in Selaa. Tra Pugliola e Solaro si ammira Villa Cochrane, più conosciuta come villa Rezzola, immersa in un parco di eucalipti, lecci e cipressi. E ancora La Serra e Pozzuolo, su una collina di ulivi, Senato, oasi di verde e di silenzio e Solaro, piccolo borgo affacciato sul Golfo.

 

TELLARO

tellaro1

Pittoresco borgo marinaro, Tellaro si trova all’estremo orientale del Golfo dei Poeti, su uno sperone roccioso che degrada verso il mare. Le sue origini sono collegate all’antico borgo di Barbazzano, che con la grande peste del 1348 si spopolò favorendo lo sviluppo di Tellaro, probabilmente sorto tra il 1320 e il 1380.
La struttura del borgo antico si basa sulle originali fortificazioni, con le case circondate dalle mura sul lato nord-occidentale. Delle tre torri esistenti rimangono oggi le due di origine pisana, una trasformata nel campanile della chiesa di San Giorgio del XVI secolo e l’altra all’ingresso del paese, nei pressi dell’oratorio di Santa Maria in Selàa.
La chiesa dal caratteristico colore rosa si trova direttamente sul mare, al centro della piazzetta circondata dalle case dai tipici colori liguri addossate le une alle altre tra gli stretti carrugi.
La strada si ferma nella piazzetta dove oltre le rocce sul mare si trovano i cosidetti spiaggioni, spiagge incontaminate.
Tellaro è legato alla leggenda di un grosso polpo che si avvicinò al porticciolo suonando le campane della chiesa per allarmare la popolazione dell’arrivo dei saraceni. Si narra però che il vero pericolo fosse rappresentato dal pirata Gallo d’Arenzano e che un tale Marco Arzellino, di guardia sul campanile della chiesa, addormentatosi, provocò lo scampanio a causa della fune che si era legato alla gamba.

 

LE CINQUE TERRE

cinqueterre1
Un territorio in cui mare e terra si fondono a formare un’area unica e suggestiva. Diciotto chilometri di costa rocciosa ricca di baie, spiagge e fondali profondi, sovrastata da una catena di monti che corrono paralleli al litorale. Terrazzamenti coltivati a vite e a olivo, il cui contenimento è assicurato da antichi muretti a secco.
Un patrimonio naturalistico di grande varietà. Sentieri e mulattiere dai panorami mozzafiato.
Cinque borghi: Monterosso al Mare, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore, che si affacciano sul mare. Diciotto chilometri di costa rocciosa ricca di baie, spiagge e fondali profondi, sovrastata da una catena di monti che corrono paralleli al litorale. Terrazzamenti coltivati a vite e a olivo, il cui contenimento è assicurato da antichi muretti a secco.
Un patrimonio naturalistico di grande varietà. Sentieri e mulattiere dai panorami mozzafiato.

 

SARZANA

Sarzana

Sarzana, Comune in provincia di La Spezia,sorge nella parte terminale della vallata del Fiume Magra, a pochi chilometri dall’estuario del fiume. La città conserva tuttora l’immagine dell’originario abitato medievale, nonostante le più tarde opere di fortificazione dovute agli interventi di fortificazioni. Sarzana fa del turismo una delle risorse principali della sua economia.

 

 

 

 

FORTE DEI MARMI

fortedeimarmi

Forte dei Marmi, con i suoi locali e negozi d’alta classe è riuscita a selezionare un turismo di élite ed è una delle mete turistiche più esclusive e mondane dell’Italia intera. L’intera cittadina di Fortedeimarmi è conosciuta per i suoi esclusivi locali e negozi.

 

 

 

 

 

 

LA VERSILIA

vers_discoLa Versilia è  caratterizzate da spiagge di fondale basso e montagne che raggiungono i 1800 metri di altezza. Si trova nell’alta Toscana, i comuni che fanno della Versilia sono Pietrasanta, Forte dei Marmi, Seravezza, Stazzema, Camaiore, Massarosa e Viareggio. Forte dei Marmi è la capitale del turismo vip della zona, meta turistica mondana anche per i suoi locali notturni, mentre Viareggio è stupendamente decorata con edifici in stile liberty ed è famosa soprattutto per il Carnevale. Seravezza e Stazzema invece formano l’Alta Versilia, dove si incontra più tranquillità e pace.

 

 

LUNI

anfiteatro-di-luni1_2

Antica citta’ romana situata al confine tra Liguria e Toscana, compresa nel Comune di Ortonovo. Questa citta’ fu fondata all’inizio del secondo secolo A. C. e durante l’impero Romano il suo porto fu molto trafficato con navi cariche di marmo proveniente dalle Alpi Apuane.

 

 

 

 

 

LA SPEZIA

La-Spezia

La città si trova all’estremo levante della regione Liguria, a pochi chilometri dal confine con la Toscana, al centro di un profondo golfo naturale al quale dà il nome. Tale golfo è conosciuto anche con l’appellativo di Golfo dei Poeti. Gli appuntamenti storici per la città sono: la Fiera di San Giuseppe e la Festa del Mare. Da visitare: Centro Arte Moderna, Museo Amedeo Lia, Museo dei trasporti, Museo Castello San Giorgio, Museo Sigillo,Museo etnografico, Museo Sport.

 

 

LA LUNIGIANA

Lunigiana

E’ una regione storica divisa tra due province e due regioni amministrative Massa Carrara e La Spezia. I suoi confini storici sono però molto più ampi, una volta corrispondenti alla diocesi di Luni che dominava un vasto territorio dalla val di Magra, alla Val di Vara, e dalla Garfagnana al golfo della Spezia. Oggi la Lunigiana può essere individuata in Toscana nei paesi dell’alto e medio corso del Magra: Aulla, Bagnone, Casola in Lunigiana, Comano, Filattiera, Fivizzano, Fosdinovo, Licciana, Mulazzo, Podenzana, Pontremoli, Tresana, Villafranca in Lunigiana, Zeri. Per maggiori informazioni potete visitare il sito www.terredilunigiana.com.

 

 

PISA

Pisa_Duomo2

Agli Etruschi risalirebbe il nome Pisa, il cui significato sarebbe quello di “foce”, ossia sbocco del fiume al mare. Pisa, nota in tutto il mondo per la sua torre, straordinario monumento che esalta la quadrilogia di piazza del Duomo, vanta una storia millenaria che vede il suo maggiore splendore all’epoca delle Repubbliche Marinare. È uno scrigno di tesori artistici le cui chiese romaniche e gotiche, le piazze e i palazzi esaltano i quartieri tracciati dai Lungarni e dalle antiche strade.